Due pastori cristiani a rischio pena di morte in Sudan

Petizione a: Alto Commissario ONU per i diritti umani

 

Due pastori cristiani a rischio pena di morte in Sudan

0200.000
  114.603
 
114.603 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 200.000 firme.

Due pastori cristiani a rischio pena di morte in Sudan

Due pastori cristiani (il reverendo Michael Yat e il reverendo Peter Reith) sono stati arrestati in Sudan e rischiano la pena di morteL'arresto risale allo scorso dicembre, dopo un sermone tenuto da padre Michael nella sua chiesa evangelica presbiteriana, distrutta poco prima dalle autorità. Padre Peter, dopo aver condannato l'ingiusto arresto di padre Michael, è stato anch'egli rinchiuso in carcere.

Secondo testimoni della stessa chiesa dei due pastori, "non si tratta di niente di nuovo per la nostra chiesa. Quasi tutti i pastori sono stati arrestati. Siamo stati presi a sassate e a bastonate. Questo è il loro modo di comportarsi con le chiese cristiane. Non siamo sorpresi."

Il processo ha preso il via lo scorso 15 giugno. L'assenza di testimoni, manifestatasi negli ultimi giorni, prova che i due pastori stanno subendo minacce legali e persecuzioni semplicemente a causa della loro fede.

Padre Michael è sposato e ha due bambini (uno di un anno e l'altro di 3), mentre padre Peter, che gestisce un orfanotrofio nel Sud Sudan, ha una figlia appena nata.

Vogliamo chiedere alle Nazioni Unite di agire. Quando Meriam, sempre in Sudan, è stata arrestata e condannata a morte a causa della sua fede cristiana, è stato grazie alla pressione internazionale (causata anche da CitizenGO) che il suo caso si è risolto per il meglio. Dobbiamo fare lo stesso ora!

Per ogni firma a questa petizione, il nostro sistema invierà una email a Navi Pillay, Alto Commissario ONU, e a l presidente sudanese Omar al-Bashir, con il testo della petizione che si trova qui a destra.

--

Ulteriori informazioni (inglese):

2 Pastors face possible death penalty for preaching the gospel

After Meriam Ibrahim's Release, Why Are Two Christians Still Facing The Death Penalty In Sudan?

Interview: Imprisoned South Sudan Pastors Unafraid

 

+ Letter to:

Firma subito questa petizione!

 
Please enter your first name
Please enter your last name
Please enter your email
Please enter your country
Please enter your zip code
Per firmare seleziona una voce:
Trattiamo i tuoi dati personali in conformità con la nostra Informativa sulla privacy e ai nostri Termini di servizio.Firmando la presente accetta i Termini di Uso e la Policy della Fondazione CitizenGO, e accetta di ricevere in futuro altre comunicazioni sulle nostre attività e campagne. Può ritirare il consenso prestato in qualsiasi momento e senza alcun impegno. Grazie.

Libertà per i pastori cristiani ingiustamente detenuti

a Zeid Ra’ad Al Hussein, Alto Commissario dell'ONU er i diritti umani.

Sono rimasto scioccato per la situazione dei pastori Yat Michael e Peter Yein Reith, a rischio pena di morte per aver predicato il Vangelo in Sudan.

Si tratta di una palese violazione della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo (articolo 18) e della Costituzione del Sudan (sezione 6).

Chiedo il rilascio immediato di padre Michael e padre Reith!

Cordialmente

Due pastori cristiani a rischio pena di morte in Sudan

Firma subito questa petizione!

0200.000
  114.603
 
114.603 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 200.000 firme.