Giù la mani da Peppa Pig! La RAI non trasmetta l'episodio LGBT

Basta indottrinamento ideologico per bambini! FIRMA SUBITO

 

Giù la mani da Peppa Pig! La RAI non trasmetta l'episodio LGBT

Giù la mani da Peppa Pig! La RAI non trasmetta l'episodio LGBT

020.000
  19.929
 
19.929 firmato. Raggiungiamo 20.000!

È un fatto: la lobby LGBT ha preso di mira i nostri figli e sta facendo di tutto per inculcargli subdolamente la loro agenda ideologica.

Dopo il magico mondo della Disney, i programmi per bambini su Netflix, la barbie trans, l’edizione Lego arcobaleno, ora la lobby LGBT è riuscita a mettere le mani su uno dei programmi più amati dai bambini in età prescolare (0-3 anni!).

Sto parlando del coloratissimo mondo di Peppa Pig dove, nella puntata d’esordio dell’episodio “Families” (famiglie) andata in onda su Channel 5, in Gran Bretagna, i produttori hanno deciso di inserire una coppia di mamme lesbiche.

Non si tratta di un caso, ma dell’ennesima scandalosa ingerenza ideologica promossa dai gruppi LGBT che nel 2019 avevano lanciato una campagna di raccolta firme per fare pressione sui produttori del cartone animato più amato dai bambini affinché fossero inseriti genitori dello stesso sesso.

Quanto accaduto rappresenta un fatto gravissimo, soprattutto se si considera che i produttori hanno spudoratamente deciso di cedere alle pressioni dei gruppi LGBT (la lobby più potente al mondo) tradendo la fiducia di milioni di genitori.

Nella puntata in questione, è apparso un nuovo amico di Peppa, Penny Polar Bear, che descrivendo la sua famiglia racconta:

"Io vivo con la mia mamma e l'altra mia mamma. Una mamma fa il dottore, l'altra cucina spaghetti. E io adoro gli spaghetti".

Quella che può sembrare un’immagine innocente e spensierata (come la vedrebbe un bambino) nasconde in realtà pericolose insidie…

I bambini sono diventati un target per le lobby LGBTQ e il loro obiettivo è palese: distruggere nell’immaginazione dei bambini la sicurezza che la famiglia sia composta da un papà e una mamma, ma soprattutto, che i bambini nascano solo da un uomo e una donna.

La verità è che due donne non possono avere un bambino. Per averlo, hanno bisogno di comprare il seme di un donatore anonimo, fecondare l’ovulo di una delle due e impiantarlo in uno dei due uteri (non è detto che sia lo stesso utero della donatrice dell’ovulo).

Si tratta di una pratica che prevede la commercializzazione di gameti umani considerata illegale in Italia per mezzo della legge 40.

I bambini nascono da una mamma e un papà, questa è la realtà!

Firma subito la petizione per chiedere alla RAI, che acquista i diritti della serie di Peppa Pig in Italia col canone delle famiglie italiane, di non trasmettere l'episodio che include la coppia di mamme lesbiche.

020.000
  19.929
 
19.929 firmato. Raggiungiamo 20.000!

Completa la tua firma

Firma subito questa petizione!

 
Please enter your email
Please enter your first name
Please enter your last name
Please enter your country
Please enter your zip code
Per firmare seleziona una voce:
We process your information in accordance with our Privacy Policy and Terms of Service

All'attenzione del consiglio di amministrazione RAI

Siamo venuti a conoscenza del fatto che, nella puntata d’esordio dell’episodio “Families” (famiglie) dell’amatissimo cartone animato per bambini Peppa Pig, sia stata inserita una coppia di mamme lesbiche.

Come milioni di famiglie in tutto il mondo, vorrei esprimere il mio sconcerto di fronte ad una scelta che reputo assolutamente ideologica e inappropriata. Il messaggio che i produttori hanno voluto trasmettere è falso e pericoloso.

Nella puntata in questione, è apparso un nuovo amico di Peppa, Penny Polar Bear, che descrivendo la sua famiglia racconta: "Io vivo con la mia mamma e l'altra mia mamma. Una mamma fa il dottore, l'altra cucina spaghetti. E io adoro gli spaghetti".

La verità è che due donne non possono avere un bambino. Per averlo, hanno bisogno di comprare il seme di un donatore anonimo, fecodare l’ovulo di una delle due e impiantarlo artificialmente in uno dei due uteri.

Si tratta di una pratica aberrante che prevede la commercializzazione di gameti umani e la soppressione del sacrosanto diritto del nascituro di conoscere le proprie origine biologiche.

Pertanto, dato che è la RAI che acquista i diritti del programma con il mio canone, vi chiedo di non trasmettere in Italia l’episodio in questione.

[Il tuo nome]

All'attenzione del consiglio di amministrazione RAI

Siamo venuti a conoscenza del fatto che, nella puntata d’esordio dell’episodio “Families” (famiglie) dell’amatissimo cartone animato per bambini Peppa Pig, sia stata inserita una coppia di mamme lesbiche.

Come milioni di famiglie in tutto il mondo, vorrei esprimere il mio sconcerto di fronte ad una scelta che reputo assolutamente ideologica e inappropriata. Il messaggio che i produttori hanno voluto trasmettere è falso e pericoloso.

Nella puntata in questione, è apparso un nuovo amico di Peppa, Penny Polar Bear, che descrivendo la sua famiglia racconta: "Io vivo con la mia mamma e l'altra mia mamma. Una mamma fa il dottore, l'altra cucina spaghetti. E io adoro gli spaghetti".

La verità è che due donne non possono avere un bambino. Per averlo, hanno bisogno di comprare il seme di un donatore anonimo, fecodare l’ovulo di una delle due e impiantarlo artificialmente in uno dei due uteri.

Si tratta di una pratica aberrante che prevede la commercializzazione di gameti umani e la soppressione del sacrosanto diritto del nascituro di conoscere le proprie origine biologiche.

Pertanto, dato che è la RAI che acquista i diritti del programma con il mio canone, vi chiedo di non trasmettere in Italia l’episodio in questione.

[Il tuo nome]