No all'aborto alla ICPD delle Nazioni Unite

Petition to: United Nations ICPD

 

No all'aborto alla ICPD delle Nazioni Unite

victory
01.000.000
  532.766
 
532.766 people have signed.

No all'aborto alla ICPD delle Nazioni Unite

- VITTORIA!-

Dopo lunghe, incerte e discutibili settimane di negoziati per la Cinquantatreesima Sessione della Conferenza internazionale sulle Popolazioni e lo Sviluppo (ICPD 53) presso le Nazioni Unite, si è raggiunta una conclusione che so che ti renderà felice: abbiamo vinto!

Ringraziamo tutte le persone che hanno contribuito a questa storica vittoria contro le Nazioni Unite ed il loro tentativo di promuovere subdolamente l'aborto durante la crisi dovuta al Coronavirus.

Gli sforzi effettuati per far funzionare l’ICPD 53, nonostante la pandemia, sono stati molto poco convenzionali, caratterizzati da un tentativo di imporre segretamente l'aborto ai paesi in via di sviluppo. La maggior parte di questi paesi non erano consapevoli dei finanziamenti internazionali previsti a favore dell’aborto. Il presidente della sessione ha comunicato ai membri la decisione di ritirare la controversa dichiarazione per mancanza di consenso, provocando così una vittoria per la nostra campagna.

Le vite di moltissimi bambini innocenti sono state salvate... ma questa lotta non è finita. Abbiamo bisogno di più cooperazione internazionale da parte dei Paesi pro-vita, affinché ci aiutino a fermare questo tipo progetti ancor prima che vengano posti in discussione.

CitizenGO sarà sempre in prima linea per difendere il diritto fondamentale alla vita! Insieme possiamo!

-URGENTE-

Abbiamo un bisogno urgente del tuo aiuto per sconfiggere l'agenda della lobby pro-aborto in una delle tappe internazionali più significative.

Le Nazioni Unite stanno rapidamente convocando i membri della Conferenza internazionale sulle Popolazioni e lo Sviluppo (ICPD) per questo Venerdì 29 maggio 2020. Questa sessione era inizialmente prevista per il 30 marzo - 3 aprile, ma è stata rinviata a causa dell'epidemia di COVID-19.

Ora chiedono ai membri di partecipare con urgenza ad una cyber-riunione in cui si negozierà l'utilizzo dei fondi per gli aiuti internazionali in risposta alla pandemia COVID-19. Ma non tutti sanno che sono inclusi i finanziamenti per il sostegno internazionale a favore dell'aborto. Anzi, è uno dei punti principali!

BISOGNA AGIRE IMMEDIATAMENTE, entro il 29 maggio. Poiché il tempo a nostra disposizione è limitato, consegneremo la tua firma direttamente nella casella di posta elettronica del Bureau dell'ICPD, ovvero coloro che lavorano con i rappresentanti di ogni Paese per sviluppare il documento di negoziato.

Se approvato nella sua forma attuale, il finanziamento degli aiuti internazionali destinati ad assistere la pandemia COVID-19 sarà diretto a:

  • Promuovere l'aborto nel mondo
  • Chiedere ai paesi di attuare una strategia per aumentare l'accesso all'aborto.
  • Elaborare un sistema per il controllo delle nascite.
  • Promuovere l'educazione sessuale dei bambini

Il documento che sarà negoziato il 29 maggio si intitola "Progetto di dichiarazione sulla popolazione, la sicurezza alimentare, la nutrizione e lo sviluppo sostenibile nel contesto del coronavirus 2019 (COVID-19)".

La sicurezza alimentare e la nutrizione sono bisogni vitali in tutto il mondo. Leggendo il titolo, si potrebbe pensare che le Nazioni Unite stiano cercando di utilizzare i fondi per gli aiuti internazionali per esigenze importanti.

Tuttavia, nel documento si legge: "Noi, rappresentanti dei governi, in occasione della cinquantatreesima sessione della Commissione per la popolazione e lo sviluppo, in un momento di crisi senza precedenti causata dalla pandemia del coronavirus 2019 (COVID-19)... (15) Ci impegnamo a garantire, entro il 2030, l'accesso universale ai servizi di assistenza sanitaria sessuale e riproduttiva, anche per la pianificazione familiare, l'informazione e l'educazione, e l'integrazione della salute riproduttiva nelle strategie e nei programmi nazionali, e assicurare l'accesso universale alla salute sessuale e riproduttiva e ai diritti riproduttivi, come concordato in conformità con il "Programma d'azione della Conferenza internazionale sulla popolazione e lo sviluppo e la Piattaforma d'azione di Pechino e i documenti finali delle loro conferenze di revisione.

Come al solito, si nasconde il tema dell'aborto in un documento che dovrebbe sostenere alcuni dei bisogni più vitali!

FIRMA SUBITO PER CHIEDERE ALLE NAZIONI UNITE DI NON SOSTENERE E PROPAGANDARE L'ABORTO!

+ Letter to:

Questa petizione è...

Vittoria!

Ai membri e ai partecipati dell'United Nations ICPD

Vi esortiamo a smettere di usare la crisi COVID-19 per promuovere l'aborto nella Conferenza internazionale sulla Popolazione e Sviluppo.

Da quando "popolazione e sviluppo" devono essere sinonimi di aborto? Vi chiediamo di lavorare nel rispetto e nella promozione della vita, nella promozione di progetti a sostegno delle famiglie e delle donne nel mondo, per la reale crescita dei popoli e dello sviluppo umano. NON esiste un diritto internazionale all'aborto, ma esiste un diritto alla vita! Vi esortiamo vivamente a cancellate il paragrafo 15 del "Progetto di dichiarazione sulla popolazione, la sicurezza alimentare, la nutrizione e lo sviluppo sostenibile nel contesto del coronavirus 2019 (COVID-19)".

[Il tuo nome]

No all'aborto alla ICPD delle Nazioni Unite

Firma subito questa petizione!

01.000.000
  532.766
 
532.766 people have signed.